Abbiamo detto... Gli Editoriali

E se diventasse virale?

Così scrivevamo nel 2010, riportando le parole di Lucia Bellaspiga: «Massimiliano, e poi? Qual è il tuo cognome? Massimiliano tira su la mano destra e mostra tre dita, poi frega il pollice con l’indice, come si fa per mimare il denaro. E’ una risposta...

Pasqua di Passione

Autore:
Costa, Luca

Più di 45 cristiani copti uccisi in una Chiesa in Egitto dal fanatismo islamico. «Semen est sanguis christianorum»

Proviamo a ripensare la comunicazione

Autore:
Mondinelli, Andrea

Gli ambienti dell’informazione elettrica – che sono completamente eterei – nutrono l’illusione del mondo come sostanza spirituale. Questo è un ragionevole fac-simile del Corpo mistico, un’assordante manifestazione dell’Anticristo. Dopo tutto, il Principe...

Fa’Afafine: spettacolo altamente diseducativo

Autore:
Lettera firmata

Abbiamo ricevuto questa lettera da una mamma che è andata a vedere lo spettacolo Fa’ Afafine e che ci invia le sue riflessioni. Un aiuto a un giudizio non per sentito dire, ma sofferto e partecipato

Martirio e apostasia

Autore:
Savoldi, Gianbattista

Leggo nell’intervista al card. Caffarra: “Uno degli insegnamenti fondamentali del documento (VERITATIS SPLENDOR) è che esistono atti i quali possono per se stessi ed in se stessi, a prescindere dalle circostanze in cui sono compiuti e dallo scopo che...

P. Romano, «Un saluto dai tuoi figli»

Autore:
Mons. Francesco Braschi

Da una vita ho conosciuto p. Scalfi, sia per il cammino spirituale che per la passione per la verità e per la testimonianza dei martiri. Da sempre ha collaborato con CulturaCattolica.it fino all'ultimo (e ho ancora alcuni suoi scritti da mettere in...

Il vero messaggio del Natale…

Autore:
Saro, Luisella

«Com’è grande il pensiero che veramente nulla a noi è dovuto. Qualcuno ci ha mai promesso qualcosa? E allora perché attendiamo?» (Cesare Pavese, Il mestiere di vivere)

Dopo il #Referendum: da Chi ripartire!

Autore:
Mangiarotti, Don Gabriele

Non sono un esperto di politica, e in questa circostanza mi sono lasciato guidare nelle riflessioni dalle considerazioni di amici autorevoli, per la loro personale esperienza. Ho cercato di capire le ragioni di chi si è schierato da una parte o...

Il terremoto e una cristiana bambina

Autore:
Saro, Luisella

«Dopo un lungo dibattere e cercare insieme, conclusero che i guai vengono bensì spesso, perché ci si è dato cagione; ma che la condotta più cauta e più innocente non basta a tenerli lontani; e che quando vengono, o per colpa o senza colpa, la fiducia in...

Esisterebbe una scuola senza Religione cattolica?

Autore:
Mangiarotti, Don Gabriele

Ho letto sul Foglio l'articolo di Matteo Righetto sull'insegnamento della religione nelle scuole italiane, mi è parso interessante, «discutibile», proprio nel senso di riaprire un dialogo-discussione sull'argomento. Ho subito mandato le mie riflessioni al...

Tra “primavera cattiva”, marce e “nuovi amori”

Autore:
Paciolla, Sabino

Questa “cultura del progresso”, questa cultura radicale, tesa a destrutturare e distruggere la famiglia naturale con il fine ultimo di destrutturare la persona per sottometterla, è inutile dirlo, è potentissima. Ha una copertura mondiale, ed è quindi...

Non sapete né il giorno né l’ora

Autore:
Saro, Luisella

«… mentre quelle andavano per comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: Signore, signore, aprici! Ma egli...

Inferno e non inferno

Autore:
Saro, Luisella

«L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne...

La #scuola non è morta finché noi viviamo

Autore:
Bruschi, Franco

E’ ormai prossimo il suono della campanella del nuovo anno scolastico, milioni di bambini e di giovani si apprestano a entrare in classe e a sedersi di nuovo sui banchi: in alcuni, alla loro prima esperienza, si nota l’attesa di quel che sarà, di quel che...